Seigneurie di Toisoul (in wallon Twèjol) è situato nel Tra-Sambre e Mosa, alla S.O di Bossière, piccolo piccolo villaggio di Santo-Gérard, che fa parte dell'entità di METTET. Era precedentemente una zona franca del principato di Liegi mentre il seigneurie di Bossière faceva parte della contea di Namur.

La scrittura del suo nome è cambiata più una volta nel corso dei secoli, ad esempio:
TOISOLES in 1190, TUASOULE in 1353, TWASOUL in 1447, TOIZOULLE e TOIZOUL in 1527, TOISOUL in 1756 e TOIJOL.

La denominazione TWEJOL, doppietto di questo toponyme è la forma wallone autentico mentre TOIZOUL sembra avere subito un'influenza straniera che ha impedito lo sviluppo di uno - j. Quest'ultima denominazione sembra essere una località di Mettet, molto vicino, Tôzéye, da cui nostro toponyme sarebbe derivato per mezzo di un suffisso latino “eolu„.

Questo castello molto vicino, molto conosciuto per avere riparato il pittore famoso Félicien ROPS ed i suoi amici, (Beaudelaire, tra l'altro), porta ora il nome di castello di Thozée. È attualmente in restauro.

La prima menzione del Seigeurie, data di 1160 in un atto in cui Henri, vescovo di Liegi, fa conoscere che: “l'abbazia di Santo-Medard a Soissons ha recuperato i beni di Hanzine e di Toisoles che signori avevano usurpato„.

È probabile che questo settore era stato dato all'abbazia di Santo-Medard da Eilbert, signore di Florennes, morto in 977.

Ma la cronaca è avara di dettagli che riguardano queste terre di Toisoul, di cui si sa, soltanto, che condivisero anche la storia dello di Hanzine.

Il nome è esistito per designare la via sotto la parola “Toijol„ e l'azienda agricola sotto la parola “Toijolle„, di cui la parte attuale, la più vecchia, sembra datare del xviio secolo.

Un sarto di pietre ha lasciato il suo nome inciso su una pietra sotto forma di numeri romani giustapposti: III. Sull'edificio d'azienda agricola propriamente detti, le date di 1721 e 1724 sono ancora leggibili su due chiavi di volta.

Vecchie fondazioni, trovate a 4 metri di profondità, segnalano che l'azienda agricola formava un grande rettangolo completamente chiuso di 20 metri di lunghezza, orientato come ora d'Est in Ovest.




Ritorno alla pagina principale